Pinè – Rovereto: 0-2. Primo acuto per le zebrette

Baselga di Pinè – Dopo le tre sconfitte iniziali è tornato il sorriso, mai perso completamente, sul volto dei ragazzi guidati dalla premiata ditta Manica-Giovanazzi che ieri hanno agguantato la prima vittoria in campionato, imponendosi con il risultato di 2 a 0 sui padroni di casa. Vittoria che arriva in un giorno speciale per tutti: giocatori, staff e tifosi, il compleanno del nostro Antonello Zani, che ieri avrebbe compiuto 53 anni.

La trasferta si rivela complicata fin dall’inizio per le zebrette: prima sulle strade dell’altopiano a causa di una comunicazione mai arrivata e non chiara riguardo al campo dove si sarebbe disputato l’incontro. Bedollo o Baselga di Pinè? A Bedollo la classica “desmontegada” non ha permesso che si giocasse, la partita infatti si è giocata al Millepini di Baselga, per la gioia del Bomber della Busa, Marinaro, grande amante della montagna, che lontano dal suo Lago è entrato in difficoltà non riuscendo a trovare il campo da gioco al primo tentativo, nemmeno al secondo.. vabbè.

IMG-20150920-WA0042

Una giornata soleggiata e piacevole fa da scenario ad un match che parte subito con i padroni di casa che subiscono l’attacco e la pressione dei Lagarini. Il campo stretto e non in ottime condizioni impedisce al Rovereto di imporre un gran ritmo alla partita. Nonostante ciò, è la squadra ospite a rendersi pericolosa per prima nell’inizio di partita: un colpo di testa mal indirizzato verso la propria porta, di un difensore del Pinè, viene sventato con una grande parata da Ferrari. L’estremo difensore dimostra di essere in giornata di grazia quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo, si allunga riuscendo a deviare il tiro al volo, potente e preciso di Giovanella, fra i migliori in campo dei suoi. La seconda metà della prima frazione non regala grandissime emozioni, il pallino del gioco rimane in mano alle zebrette che tentano a più riprese di sfondare e trovare il vantaggio. Il Pinè al contrario, molto attendista, cerca di sfruttare timidamente qualche ripartenza, senza grandi risultati. L’ultima occasione del primo tempo capita però ai padroni di casa che si trovano a battere una punizione molto insidiosa al limite dell’area. Tundini si incarica della battuta e calcia sopra la barriera ma Chiodini risponde alla grande deviando la palla sul palo, ottimo intervento dell’estremo bianconero che si presenta in condizioni precarie, causa un virus intestinale che lo aveva lasciato ai “box” la notte precedente.

La ripresa si apre con il vantaggio del Rovereto: sugli sviluppi di un calcio d’angolo di Pedrai è bravissimo e lesto il sempre giovane Zandonai ad anticipare tutti sul primo palo ed insaccare la rete che vale il vantaggio.IMG-20150920-WA0038

Il raddoppio arriva poi alla mezz’ora quando Pedrai, ancora protagonista, lancia Marinaro verso la porta, il Bomber della Busa, anticipa il portiere in uscita, ed insacca comodamente per la rete del 2 a 0. Marinaro esplode poi in un’esultanza molto simile allo spogliarello che nessuno spettatore sarebbe stato felice di vedere (fermato prontamente dai compagni della panchina) che oltre al giallo, gli costerà una multa. Grande Mari e grande Nicolò!

Nel finale di partita, con le due squadre molto stanche, è il Pinè a provare ad accorciare in più di un’occasione ma prima un tiro a lato impreciso e poi una rovesciata degli attaccanti del Pinè si spengono sul fondo, insieme alle speranze della squadra di casa di recuperare il risultato. L’arbitro sancisce la fine della partita, e quindi la prima gioia per le zebrette che finalmente possono tornare a correre.. ed a cantare.

Ripartiamo da qui, buona partita e buon risultato, ora i ragazzi al servizio di mister Manica e Giovanazzi affronteranno l’impegno infrasettimanale a Villazzano per la partita di Coppa contro la Vipo Trento e successivamente domenica li attenderà una trasferta importantissima contro la Condinese.

Una vittoria, questa, dedicata al caro ed amato Antonello che salutiamo con grandissimo affetto: “Scusa merda se ti chiamo Antonello”. Questa è per te.

Forza Rovereto D.C.